L’infinito viaggiare: storie, letture e racconti della “società del migrare”

Il viaggio come antidoto alla paura e all’insicurezza: è questo il filo rosso che percorre il progetto L’infinito Viaggiare: storie, letture e racconti della “società del migrare”, che per dieci mesi, da marzo a dicembre 2016, animerà la città di Padova con una costellazione di eventi aperti alla cittadinanza tutta. Quattro librerie, cinque associazioni e l’Università si alleano nel promuovere laboratori di inchiesta e di scrittura autobiografica, mostre, presentazioni di libri, passeggiate interculturali e teatro sulla cultura del viaggio e il racconto delle migrazioni.

Al via a marzo un laboratorio d’inchiesta e uno di scrittura
Si comincia a marzo con il laboratorio di inchiesta di Lies, aperto a tutti e finalizzato alla scrittura di inchieste con l’aiuto di tutor, sociologi e giornalisti come Stefano Laffi e Alessandro Leogrande. Quattro i temi proposti: le vecchie migrazioni, dal Sud a Padova, e da Padova verso l’estero; gli studenti fuori sede; gli spazi dell’integrazione nella città; la vita dei profughi oltre l’emergenza, con il coinvolgimento dei richiedenti asilo. Il corso si sviluppa in 5 incontri a cadenza mensile il venerdì dalle ore 18 alle 21 (18 marzo, 15 aprile, 20 maggio, 10 giugno, e uno conclusivo a settembre) e altri incontri in piccoli gruppi. La quota di partecipazione è di 30 euro. Per le iscrizioni c’è tempo fino al 1° marzo: scrivere a laboratorio.inchiesta@gmail.com.

L’altra iniziativa che parte nel mese di marzo è “Il corpo abitato” delle donne nel viaggio e nella migrazione, laboratorio di scrittura autobiografica organizzato dall’associazione interculturale L’Albero dei desideri. Il laboratorio è rivolto a donne migranti e italiane e parte venerdì 4 marzo, alle ore 18.30, avrà cadenza settimanale e si terrà in via Stratico Simone 4 (zona Portello) a Padova. Sarà guidato da Cristina Zavloschi, poetessa e scrittrice di origine romena, autrice del romanzo autobiografico Duemila chilometri dalla libertà, presidente dell’associazione. Per iscrizioni: alberodesideri.italia@gmail.com.

Il progetto, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2015, vede capofila è l’associazione LIES – laboratorio dell’inchiesta economica e sociale, affiancata da Officine Arte Teatro, L’Albero dei desideri, Vite in Viaggio e Cooperativa Nuovo Villaggio. Le quattro librerie aderenti sono Pangea, Pel di Carota, Lìbrati e Libreria Zabarella. I dettagli dell’intero programma, che comprende anche incontri nelle librerie, passeggiate culturali, un laboratorio teatrale e altro ancora, si trova su www.infinitoviaggiare.it.

(tratto dal comunicato stampa de “L’infinito viaggiare”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *