Le associazioni Festa dei Popoli, Medici senza frontiere, Coopi – Cooperazione internazionale, Emergency, Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Padova e AI.BI. Amici dei Bambini, organizzano la:

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI PROFUGHI

LA LUNGA STRADA DI PROFUGHI E MIGRANTI

 Martedì 23 Giugno 2015 ore 20.30 – Ex Fornace Carotta (Via Siracusa 61, Padova)

Oltre 51 milioni di persone nel mondo sono in fuga da guerre, persecuzioni, fame e calamità. Cercano la salvezza per lo più in altre regioni o nei paesi vicini. Per chi cerca di penetrare le nostre frontiere, via terra o via mare, l’unica possibilità sono i viaggi della disperazione nelle mani dei trafficanti, lungo rotte disseminate di morti: così ha deciso l’Europa. Poi ci sarà una vita da ricominciare, in paesi spesso ostili o con poche risorse.
A fronte di questa emergenza umanitaria, le nostre associazioni, a fianco di tante altre e delle istituzioni, danno assistenza a rifugiati, migranti e sfollati, dentro e fuori dal nostro Paese e nei luoghi di transito.

Introduzione: Marco Paggi, avvocato. L’accoglienza tra norme e prassi amministrative. Ovvero le nozze coi fichi secchi.”

A seguire saranno portate le esperienze di:

Medici senza Frontiere: “Popolazioni in fuga, una emergenza umanitaria globale.” #MILIONIDIPASSI, la campagna di MSF.

Coopi – Cooperazione Internazionale: “Educazione non formale per i bambini siriani in Libano.”

Emergency: “Il nostro lavoro in Italia tra i migranti e attuazione dell’art. 32 della Costituzione.” Tutela alla salute, diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività.

Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di Padova: Restoring family links nel Mediterraneo.

Ai.Bi. – Amici dei Bambini: “Accoglierli in famiglia, una sfida impossibile?” Affido di minori stranieri non accompagnati.

Modera: prof. Vincenzo Romania, Università di Padova.

Info cliccando su questo evento facebook

Annullamento Festa dei Popoli di Padova 2015

Vista la richiesta di numerose persone che ci chiedono che fine abbia fatto la Festa dei Popoli di Padova, riportiamo il testo della lettera inviata alle organizzazioni promotrici:

“Alle associazioni e comunità coinvolte nell’organizzazione della Festa
Ai soci dell’Associazione Festa dei Popoli

Carissimi,
il Consiglio direttivo dell’Associazione Festa dei Popoli di Padova ha deciso di rinviare la Festa dei Popoli 2015 prevista per il 20 e il 21 giugno prossimi in Prato della Valle. Tale comunicazione è stata data martedì sera alle associazioni promotrici dell’evento nel corso dell’incontro già previsto e verrà comunicata in data odierna anche al Comune di Padova.

Sono varie le motivazioni che stanno alla base di questa difficile decisione, in primo luogo la mancanza di fondi per organizzare un evento dignitoso e in linea con la tradizione di questi ultimi anni, nonché il ritardo a livello organizzativo conseguente anche al lento avvio di dialogo con la nuova Amministrazione comunale.

Come sapete, la Festa dei Popoli è nata a Padova nel 1991 nel cortile dei Missionari Comboniani, ma era uscita da quel luogo circoscritto per approdare ormai da parecchi anni in Prato della Valle con il pieno appoggio delle Amministrazioni comunali, che ne erano divenute a tutti gli effetti co-organizzatrici. L’input iniziale delle edizioni degli ultimi quindici anni è sempre stato un incontro tra responsabili dell’associazione e un Assessore della Giunta incaricato dal Sindaco, quando non il Sindaco stesso, ciò che ha dato alla Festa una vera valenza di evento “per la città”.

Tale dialogo quest’anno è partito, dopo alcuni solleciti, solo a febbraio, ma come responsabili dell’associazione siamo stati ricevuti unicamente da funzionari, peraltro disponibili e cordiali. Non possiamo nascondere tuttavia come la mancanza di un passaggio con il livello “politico” della nostra città ci abbia in qualche modo spiazzati come organizzatori, facendoci riflettere sul senso di organizzare una Festa nata per unire e favorire il dialogo e che – visti anche recenti fatti accaduti a Padova – ci sembra sia ancora attuale nel suo proporsi come importante momento di incontro e reciproca conoscenza: una festa della città, dei “vecchi” e “nuovi” cittadini.

Questo, unito al ritardo nella individuazione di una data utile e alla difficoltà a reperire fondi alternativi in tempi brevi, vista la comunicazione che non vi sarebbero stati contributi comunali a disposizione per l’evento – anzi, quest’anno per la prima volta ci è stato chiesto il pagamento dell’occupazione del suolo pubblico che in passato l’Amministrazione non ci richiedeva in virtù dell’interesse pubblico della manifestazione – ci ha convinti a proporre una sospensione dell’evento.

Tale rinvio vale comunque solo per il 2015, anno nel quale l’associazione si impegna a organizzare altre iniziative nel territorio che siano di preparazione all’organizzazione della prossima Festa, che sarà – vogliamo evidenziarlo – la 25esima edizione.

Chiediamo a tutti, e lo chiederemo in particolare all’Amministrazione comunale, uno sforzo per aiutarci a reperire le risorse per organizzare un evento che sia di alto valore sociale, civile e culturale per la città, e chiediamo fin d’ora di sottoporre all’associazione – che è un’organizzazione formata da soci che rappresentano in essa altre associazioni – idee e suggerimenti per il futuro.

Ringraziamo quanti ci hanno dimostrato di credere nella Festa quale momento importante di dialogo e condivisione e ci scusiamo con coloro che avevano previsto la partecipazione all’evento e ai quali questa tardiva comunicazione creerà difficoltà organizzative.

Padova, 28 maggio 2015

Il Consiglio direttivo della Festa dei Popoli”

Con i loro occhi con la loro voce

Con-i-loro-occhi

Lucio Simionato ci segnala la pubblicazione del suo volume “Con i loro occhi con la loro voce” (Cleup Ed.), scritto per parlare di immigrazione “da un punto di vista diverso, il punto di vista degli immigrati’.
“Non potendo entrare in loro – scrive l’autore – per vedere e sentire al loro posto, ho scelto una via, l’intervista, garantendo l’anonimato perché potessero dire liberamente. Ho ascoltato (registrato e sbobinato alla lettera) tutte le loro parole, qualunque cosa abbiano desiderato raccontare, e così mi hanno parlato del viaggio, della famiglia, dei bambini, dell’accoglienza e della non accoglienza, della burocrazia, della cultura di origine, della fede, della nostalgia, dei cibi e di tanto altro.
Continua a leggere

Lautari Quintet, musica dal Mediterraneo

Sabato 17 maggio, ore 21.15
Isola Memmia, Prato della Valle  – Padova

LAUTARI QUINTET

Claudiu Alexandru Riza (Romania), batteria e cajon; Panagiotis Pateritsas (Grecia), bouzuki, chitarra e voce; Paolo Forte (Italia), fisarmonica cromatica; Fuad Amadhvand (Iran), santur e daf; Renato Tapino (Italia), clarinetto, fiati etnici e voce.

Lo spettacolo sarà preceduto da un intrattenimento organizzato dalla comunità marocchina. Cibo di Bangladesh, Brasile, Eritrea, Marocco, Sri Lanka dalle 19.

Musica Forrò alla Festa dei Popoli

VERO TRIO NORDESTINO

venerdì 16 maggio, ore 21.15 – Isola Memmia del Prato della Valle – PADOVA
Sabrina Turri, voce; Mirco Maistro, fisarmonica;
Lorenzo Pignattari, basso; Massimo Marcante, batteria. Prima dello spettacolo vi sarà un’esibizione di danza del ventre 
a cura del gruppo Raggi di sole dell’Ass. Chakanawasi (Pd).
Per tutta la serata sarà possibile degustare cibo del Marocco, dalle ore 19.

vero-trio-nordestino

Continua a leggere

Giovedì 15 maggio, ricco progamma

Ore 18.00 – Daltrocanto – Ristorante Pizzeria Equobar  – Via B. Cristofori, 12/a – Padova

Culture intensive: commercio equo e biodiversitá
Incontro con Vittorio Rinaldi, presidente del Consorzio Altromercato.
A seguire, aperitivo nel giardino estivo. Per info: Tel. 0498931533
- www.angolidimondo.it – info@angolidimondo.it – fb:angolidimondo

Ore 21.00 – Ex Fornace Carotta (Via Siracusa – Padova)
Festa dei Popoli a teatro
Quando le galline volavano
Restituzione in forma spettacolare del  Progetto teatrale per donne straniere e italiane “Intrecci di Donne” a cura di Erica Taffara di Teatrocontinuo, realizzato all’interno del Progetto Rondine in collaborazione con il Comune di Padova – Settore Gabinetto del Sindaco U.P. Accoglienza e Immigrazione. Continua a leggere